Concentrazione, precisione, e perché no… Divertimento!

Paolo Porta - vice campione europeo 2018 e campione europeo 2012Paolo Porta: il golf su pista è uno sport che, se praticato ai massimi livelli, non ha nulla da invidiare ad altri sport.
Gioco a “minigolf” ormai da 30 anni, avendo iniziato nel 1989 a 9 anni. E devo dire che, da semplice passatempo, è diventato una parte importante della mia vita, che mi permette di trascorrere molte ore all’aria aperta, confrontarmi con spirito agonistico con altre persone, girare l’Italia e l’Europa visitando e scoprendo nuovi luoghi, e conoscere nuovi amici in diverse nazioni.

Per descrivere il golf su pista, userei le parole “concentrazione, precisione, e perché no… divertimento!” Perché, almeno per me – anche se ormai lo pratico da tre decenni – , è sempre divertentissimo andare su un campo e “tirare delle palline”.

Consiglierei a tutti di avvicinarsi al minigolf, perché è uno sport che si pratica prevalentemente all’aria aperta. E poi è, per fortuna, ancora uno sport sano, dove non girano soldi e quindi interessi che nulla hanno a che vedere con la sana competizione sportiva.
Se praticato da giovani, aiuta molto a sviluppare le capacità di concentrazione, riflessione, coordinazione del corpo. Per i meno giovani, direi che è lo sport ideale per mantenersi in attività senza eccessivo sforzo fisico.

Paolo Porta (MGC Novi Ligure), vice-Campione Europeo 2018 (Predazzo) e Campione Europeo 2012 (Porto) con la Nazionale italiana Elite.

Condividi questo articolo: