Minigolf: da gioco a sport

In questa pagina potrete conoscere meglio le tecniche del golf su pista *, le differenze rispetto al golf, e troverete anche un manuale da scaricare, per scoprire che… il minigolf è un vero sport!
Impugnare la mazza
Esecuzione del colpo
Posizione del corpo
Angolazione della mazza
Tiri ad effetto
Impugnare la mazza

La mazza va impugnata, da regolamento, con entrambe le mani.
Ci sono tre modi di impugnarla, che vengono chiamati in gergo "backhand", "forehand" e "sovrapposta".

Tipi di impugnatura

Le immagini 1 e 2 stanno ad indicare due tipi di impugnatura differenti, ovvero con mani intrecciate o con mani separate.
Se la direzione del tiro è quella indicata dalla freccia, si tratta di impugnature "backhand" (ovvero mano sinistra sotto per destrorsi); se la direzione del tiro è opposta alla freccia, si tratta di impugnature "forehand" (ovvero mano sinistra sotto per mancini).
La figura 3 indica l'impugnatura "sovrapposta", poco usata.

Impugnature usate nel golf su pista

Esecuzione del colpo

Per eseguire il colpo in modo corretto è importante effettuare un movimento "a pendolo" della parte superiore del corpo (dalle anche in su), tenendo presente che devono essere le spalle a comandare.

Il "pendolo" deve interessare braccia e mani (è sbagliato muovere i polsi o i gomiti). Il tronco e la parte superiore delle gambe non devono operare grossi spostamenti, ma solo assecondare leggermente il movimento delle spalle.

Il caricamento del colpo deve essere proporzionale alla forza da imprimere: maggiore è la forza da imprimere, maggiore deve essere la "rincorsa" da prendere con la mazza nella fase di caricamento ascendente del movimento "a pendolo".

Esecuzione del colpo nel golf su pista
Esecuzione del colpo
Caricamento del colpo nel golf su pista
Caricamento del colpo
Una volta impattata la pallina, non bisogna né bloccare il colpo, né forzare "accompagnamenti" esagerati dello stesso. Una volta colpita la pallina, ciò che si fa dopo non può più influenzarne il tragitto, pertanto è sufficiente terminare il colpo lasciando andare gradatamente la forza, cercando di non "strappare" mai il movimento.
Posizione del corpo
Una doverosa premessa: probabilmente, non esistono due minigolfisti con una posizione di tiro identica. La posizione infatti dipende molto dalle caratteristiche fisiche della persona.

Nonostante ciò, è possibile definire alcune regole base per chi inizia a giocare, fondamentali per acquisire un'impostazione corretta di gioco.

Posizione dei piedi

Posizione regolare del minigolfistaI piedi non devono essere né completamente uniti, né troppo larghi. La distanza ideale tra i piedi è di circa 50/60 cm. Molto importante è posizionarsi in modo tale che la pallina sia esattamente a metà, formando una sorta di triangolo isoscele con le punte dei piedi.

Una nozione da acquisire, fondamentale per acquisire precisione, è che la linea immaginaria che unisce le due punte dei piedi deve essere parallela alla direzione di tiro.

Posizione del busto

Posizione di gioco nel golf su pista
Posizione del busto e delle braccia (photo by: Mario Boninsegna)

Il busto deve essere leggermente inclinato in avanti, tanto da portare la testa e gli occhi in direzione perpendicolare alla posizione della pallina.

Questo è importante per avere un equilibrio generale del corpo nella fase di esecuzione del colpo e per avere una miglior ottica di mira.

Posizione delle braccia

Le braccia non devono essere né troppo tese e vicine al busto (altrimenti sarebbe impossibile eseguire il movimento del "pendolo" nella maniera corretta), né tenute esageratamente larghe (porterebbe ad una scomodità di esecuzione).

Più sono rilassati i muscoli delle braccia e delle spalle, maggiore è la sensibilità che si riesce ad avere sul tiro.

Posizione delle gambe

Piegamento delle gambe giocatore di golf su pista
Piegamento delle gambe (photo by: Andrea Candioli)

Le gambe devono - per quanto più possibile - rimanere in posizione rilassata, quindi: non troppo piegate né troppo rigide.

Un eccessivo piegamento delle gambe andrebbe a gravare sull'articolazione del ginocchio. E un'eccessiva rigidità condurrebbe alla mancanza di fluidità nel movimento, ovvero al rischio di "spezzare" il corpo in due parti: tronco, che fa il movimento per eseguire il tiro; e gambe, che restano bloccate.
Angolazione della mazza

E' importante, per un'esecuzione corretta del colpo, che la mazza si trovi, in partenza, appoggiata al terreno di gioco con la maggior parte della sua superficie.

Angolazione della mazza nel golf su pistaCiò eviterà che, in fase di caricamento del colpo e di movimento "a pendolo", eventuali leggeri spostamenti dall'asse di tiro causino palline "spiattellate" (ovvero colpite con la parte inferiore del putt) oppure fastidiose "grattate" sulla superficie di gioco (che possono far perdere precisione sia nella direzione che nella forza).
Tiri ad effetto

Un po' come nel biliardo, anche nel minigolf spesso ci si aiuta imprimendo particolari effetti alla pallina per farle assumere traiettorie desiderate.

Nota bene: è assolutamente consigliato che un giocatore principiante inizi a far pratica sui tiri ad effetto soltanto dopo aver acquisito una certa sicurezza sulla tecnica di base (impugnatura, esecuzione del colpo, posizione del corpo e angolatura della mazza).

Tipologie di effetto

Tipologie di effetto che possono essere impresse ad una pallina

Il primo disegno a sinistra mostra un tiro senza effetto: la pallina rotola parallelamente alla linea di tiro.

Nella figura centrale, invece, un tiro con effetto "a sinistra": la pallina assume una rotazione oraria su se stessa.

L'effetto "slice" o "in giù" per i destrorsi ("hook" o "in su" per i mancini) si imprime partendo con la mazza più distante dal proprio corpo rispetto al "pendolo" tradizionale, portandola poi, nel tiro, verso il proprio corpo (per i mancini è l'esatto opposto, ovvero la mazza parte più vicina al corpo per poi allontanarsi rispetto al pendolo tradizionale).

La figura a destra mostra, infine, un tiro con effetto "a destra": la pallina assume una rotazione antioraria su se stessa.

L'effetto "hook" o "in su" per i destrorsi ("slice" o "in giù" per i mancini) si imprime partendo con la mazza più vicina al proprio corpo rispetto al "pendolo" tradizionale, e portando nel tiro la mazza più distante (per i mancini è l'esatto opposto).

Desideri un maggior approfondimento di tutte le nozioni tecniche utili per iniziare a giocare a minigolf in modo più “professionale”? Scarica il manuale Minigolf – Da gioco a Sport”.

Differenze tra golf e golf su pista

Faq

Esistono i colpi lunghi?

Esecuzione del colpo nel golf su pistaNel minigolf non esistono i colpi “lunghi”.
Dal punto di vista tecnico, nel golf su pista vi è la necessità di acquisire una grande sensibilità sulla direzione e, soprattutto, sulla forza dei tiri: una traiettoria sbagliata di qualche cm oppure di qualche grammo in più o in meno di forza può incidere pesantemente sul risultato finale.

Curiosità. Il putt è il colpo del golf più simile al gioco richiesto nel minigolf: è risaputo che per un golfista praticare con una certa assiduità il minigolf può portare notevoli benefici nella propria resa sul green del golf.

Che materiali si usano?

Materiali nel minigolf: mazza e palline - Photo by Mario BoninsegnaNel golf si usa, sostanzialmente, sempre la stessa pallina e si varia la mazza in base al tipo di colpo da effettuare. Nel minigolf… Accade l’esatto contrario.

Il minigolfista utilizza per tutte le piste e per tutti i campi la stessa mazza (ne esistono vari modelli per adattarsi alle impostazioni di gioco più varie, però, una volta scelto il modello preferito, si usa sempre quello), ma quelle che variano, e anche sensibilmente, sono le palline.

Esiste una vastissima scelta di materiale. Il range della produzione va da:

  • palline con salto “0 cm” a palline con salto “85 cm” (se lasciate cadere da un metro);
  • palline morbide come spugne oppure palline dure come sassi;
  • palline leggere (30 g. o meno) o pesanti (fino a quasi 100 g.);
  • palline con superficie verniciata liscia, verniciata rugosa oppure senza vernice (slaccate).

Palline golf su pista FIGSPUn giocatore di buon livello che voglia avere un assortimento completo dovrebbe arrivare, nel corso della sua carriera, a possedere circa 200-250 tipi diversi di palline, da poter variare su ogni pista anche in relazione al mutare delle condizioni climatiche e di temperatura, che influenzano molto le traiettorie di tiro.

* Immagini tratte da una pubblicazione di John Mittler (FIN): “Win Yourself at minigolf”