Passione, pazienza, precisione e… un pizzico di “buona sorte”

Passione precisione grinta e una sfida con se stessi - il minigolf per Anna BanderaAnna Bandera: per me il golf su pista è prima di tutto una sfida continua con me stessa e con i campi; è un divertimento, ma a volte mi pare un po’ come un lavoro, che impone sacrifici per ottenere risultati ma che poi sa dare delle soddisfazioni uniche.
É un crogiolo di emozioni: a volte fa assaggiare l’amaro gusto del fallimento, a volte riempie di gioia. Ogni gara è diversa dall’altra e ogni volta è una possibilità in più di raggiungere i propri obiettivi.

Il minigolf è passione, pazienza, precisione e… un pizzico di “buona sorte”!

Giovani ma anche meno giovani dovrebbero avvicinarsi al golf su pista perché è uno sport completo da ogni punto di vista: può piacere a chi è ambizioso e competitivo e vuole mettersi alla prova con se stesso e con gli altri, ma può piacere anche a chi vuole divertirsi in posti spesso magnifici, tra amici e piccole/grandi sfide sempre diverse ogni volta.

Poi, ha una componente unica, quella che potremmo definire “collezionistica”, data dalla moltitudine delle palline, che rappresenta sia il nostro materiale sportivo sia il nostro “piccolo” tesoro.

Anna Bandera (GSP Cusano Milanino), vice-campionessa europea a squadre femminili 2018 e medaglia di bronzo ai Campionati Europei di Predazzo 2018 con la Nazionale italiana Elite.
(Intervista a cura di: ©Luisa Armenia).

Condividi questo articolo: